Matrimonio & Safari


E se partissimo per una volta dalla fine, dal viaggio di nozze, per organizzare il vostro matrimonio?

Ecco allora un post dedicato a chi ha intenzione di passare la sua Luna di Miele in Africa.

I colori protagonisti saranno il beige e il marrone – i colori della savana e della terra – e l’arancione, il colore degli splendidi tramonti africani.

Le partecipazioni possono ad esempio essere su cartoncino beige chiaro, con scritte marroni e busta arancione, oppure sempre in beige chiaro con scritte arancioni ed il disegno di due piccole giraffe attorcigliate. Meglio ancora sarebbe invece utilizzare le partecipazioni equosolidali di AltrOmercato.

Per la Sposa consiglio di abbinare ad un vestito color avorio, panna, champagne o crema degli accessori beige, come ad esempio quelli di Alviero Martini (avete presente – ragazze – di cosa sto parlando, vero?!) Bracciale, orecchini, collana e perchè no, anche le scarpe; Alviero Martini ne fa sia con tacco che ballerine. Chiaramente mi riferisco alla colorazione più nota ovvero quella con le mappe del mondo in beige (ma chi di voi non impazzisce per le tinte del beige può eventualmente puntare sulla scarpa in versione bianca Geocollection).
Se tuttavia i prodotti di Alviero Martini non vi piacessero, suggerisco allora di cambiare colore, ad esempio con il bracciale arancione della Jack&co.
Ed ecco per questo tema un tocco insolito per la Sposa: un cappello come in ogni safari che si rispetti, ma ovviamente che sia un cappello di grande charme!

chanelle AlvieroMartini              braccialeJ&Co             cappello safari

gemellialvieromartiniAnche lo Sposo potrebbe portare dei gemelli di Alviero Martini, mentre per il completo può optare per un marrone scuro con cravatta nella stessa tonalità e camicia bianca, oppure potrebbe scegliere un outfit in beige con cravatta arancione.

Per chi si sposa in chiesa, suggerisco libretti su carta beige con scritte marroni e nastrino arancione, mentre il bouquet perfetto sarà composto da rose o gigli arancioni legati da un nastro beige e gli stessi fiori serviranno ad addobbare la chiesa.

Anche il cuscino portafedi avrà un che di etnico: un elefantino in legno nella cui proboscide infilare gli anelli degli sposi.elefantino

Ma spostiamoci al ricevimento: scegliete una location con un ampio parco ed informatevi circa la possibilità di posizionare quà e là qualche amaca. Sarebbe bello, se il tempo fosse amico, poter festeggiare all’aperto. Per sottolineare l’allegria della giornata e al contempo far calare i vostri invitati nell’atmosfera africana, potreste anche far trovare su un tavolo a parte (dove metterete i contenitori con i confetti, ad esempio) dei piccoli bonghi che potranno poi essere utilizzati per “chiamare” i brindisi per gli Sposi.
Per i tavoli potete utilizzare tovaglie beige con runner arancioni (la Gabel propone runner del colore adatto a questo tema:  http://www.gabelshop.com/it_it/tavola-cucina/runner/runner-2tovaglioli-chromo.html) e per centrotavola statuette di legno africane che trovate nei negozi etnici o nei negozi di prodotti equosolidali.
Ma diamo ora un nome ai tavoli. Potete ispirarvi agli animali africani: leone, tigre elefante, giraffa, ippopotamo, rinoceronte, coccodrillo, leopardo, ghepardo, gazzella, puma, pantera, zebra, gorilla, fenicottero. Altra possibilità: potete dare ai tavoli il nome di uno stato africano.

In ogni caso per il tableau suggerisco un lavoro semplice e poco impegnativo: ci vuole soltanto uno spesso cartoncino rettangolare posizionato in verticale da ricoprire con carta da pacco beige, su cui disegnerete in marrone i contorni del continente africano, all’interno del quale indicherete i nomi scelti per i tavoli.

Con musica africana in sottofondo, fate servire qualche pietanza africana come couscous vegetariano, falafel (polpettine di fave o ceci), filetto di maiale malgascio, l’hout’l koucha (tonno al forno marinato con patate), pollo con albicocche e prugne secche o pollo yassa, marinato al limone con spezie, budino di riso. E per concludere il pranzo nuziale, che ne dite della buonissima torta Africa? Chissà se il vostro pasticcere saprà eguagliare quella del famoso Ernst Knam (il Re del Cioccolato) …

Chiaramente troverete le giuste bomboniere nei negozi equosolidali, per abbinare ai vostri confetti un oggetto di artigianato o un prodotto alimentare proveniente dall’Africa. Consultate ad esempio il sito internet di Amref.
Nel caso in cui davvero non troviate una bomboniera solidale che faccia al caso vostro, Claraluna propone come soprammobile una coppia di elefantini in porcellana, ma ovviamente è tutt’altra cosa.

Pronti per partire alla volta dell’Africa, per un Safari indimenicabile?🙂

   Claudine.
                                                                     creailtuomatrimonio.wordpress

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...