Nozze da “Le mille e una notte”


La magia di unatmosfera orientale da “Le mille e una Notte” può essere sfruttata come tema per il vostro Matrimonio. Non è un allestimento particolarmente economico ma vediamolo insieme.

lamapademarocchine Innanzitutto questo è un tema che si adatta ad un Matrimonio in estate di sera e la location ideale deve avere molto spazio esterno per sistemare i tavoli degli invitati e quelli di servizio sotto a tanti gazebo, o sotto a strutture con grossi teli sospesi che evochino le tende dei Tuareg nel deserto e tutto intorno sarà d’obbligo avere la luce soffusa di numerose fiaccole. Consiglio al centro di ogni tavolo di posizionare delle raffinate lanterne marocchine in ferro battuto e vetri colorati.
Richiedete presso la location che venga predisposto anche un angolo orientale con vassoi in rame/ottone/ferro e theire per il tè alla menta, datteri, fichi, tè freddo al karkade, tavolini bassi e grossi cuscini su cui sedersi. In questo angolo arabeggiante, in sottofondo dovreste utilizzare musiche orientali.
Se poi avete a disposizione un buon budget e volete stupire i vostri invitati con un “intrattenimento” davvero inaspettato, in un altro punto della location (magari a bordo piscina, se il posto scelto ne ha una) fate predisporre un “banco” in cui del personale esperto faccia gratuitamente tatuaggi all’henné a chi tra gli invitati lo desiderasse (signore e signorine facilmente non si lasceranno scappare questa opportunità!). Se l’ingaggio fosse a ore, non è necessario che la presenza sia garantita fin dall’inizio del ricevimento perchè di solito è a metà cena o prima della torta nuziale che gli invitati hanno bisogno di una pausa.

Per il menù (che potreste far stampare su spessi fogli “simil-pergamena”, con arabeschi dorati sui bordi) sarebbe ottimale avere qualche pietanza araba tra gli antipasti: pane arabo non lievitato con crema di ceci, polpette di fave, melanzane sottolio, couscous. Per la torta nuziale dovreste proprio rivolgervi alle  pasticcerie che realizzano torte speciali, per farvi preparare una ricca torta su più piani a forma di cuscinoni e lampada di Aladino in cima, come quella che quì di seguito vi mostro. Se volete portare un pizzico di “simpatia” al ricevimento, potreste far uscire un genio dalla lampada (in pasta di zucchero, quindi ci deve sempre pensare la pasticceria) con le fattezze dello sposo e a lato una sposina di zucchero con le fattezze della sposa😉 !!

                                                                                         Tortalemilleeunanotte

Per rispettare questo tema nelle vostre bomboniere, regalate lampade ad olio oppure tè/tisane in foglia con colino in acciaio. Per i testimoni, poichè le loro bomboniere per tradizione devono essere più “importanti”, posso suggerirvi delle bellissime teiere da acquistare nei negozi di oggettistica etnica.

                                   lampadeolio             colino              theiera

Anche per quanto riguarda le partecipazioni, cercatene alcune con arabeschi o che sembrino proprio le porte dei bellissimi palazzi arabi, aprendo le quali i vostri invitati all’interno leggeranno il vostro annuncio di nozze (ma le dovrete far realizzare perchè di prestampato difficilmente troverete qualcosa che faccia al caso vostro).

Vediamo insieme qualche idea per i tableau mariage: potreste utilizzare i titoli di alcune novelle di “Le mille e una notte”:
Sinbad il Marinaio; Dalila la volpe e Alì; Abu Qir e Abu Sir, Aladino e la lampada magica, Ali Baba e i 40 ladroni, Khalifa il pescatore di Baghdad, il Re Badr e la principessa, i 3 monaci, il facchino di Baghdad, il cavallo incantato.
Consiglio di ricoprire di carta-stoffa color beige un cartoncino o una tavola di polistirolo da posizionare verticalmente e di arrotolare i bordi superiore ed inferiore – con puntine e della colla a caldo, possibilmente – in modo da dare al tableau l’aspetto di una grossa pergamena. Anche i singoli cartoncini con i nomi dei tavoli possono essere a forma di piccole pergamene srotolate.
Un’altra possibilità è utilizzare per i tavoli i nomi delle spezie orientali: cumino, pepe, zafferano, coriandolo, aneto, cardamomo, semi di papavero, noce moscata, cannella, curcuma, sesamo, sale del Mar Morto, curry, anice, zenzero, peperoncino. Organizzate allora il tableau come fosse una piccola dispensa per le spezie: utilizzate una tavola di compensato, dei nastri di pizzo che attaccherete in righe orizzontali come fossero i bordi degli scaffali della dispensa della cucina e su ogni finto scaffale posizionate dei cartoncini che avrete ritagliato a forma di barattolino. Se possibile, fate in modo che il colore del cartoncino sia simile a quello della spezia a cui associerete il nome del tavolo. Avrete perciò il rosso, l’arancione, il giallo scuro, il giallo chiaro, il marrone, il beige, etc. e quando non sapete bene che colore usare o il colore della spezia non si presta (pensate al pepe nero), usate il bianco che in ogni caso porta luminosità all’insieme. Disegnate anche un riquadro su ogni tappo del barattolo perchè è li che scriverete il nome del tavolo mentre i nomi degli invitati saranno indicati sul resto del barattolo.

Nel prossimo post vi aspettano invece i consigli per la mise degli Sposi.

A prestissimo!

Claudine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...